Il presidente Domenico Metelli: “una grande edizione piena di novita'

Foligno, 18/06/2012

Il bilancio della quintana di giugno e' lusinghiero. Abbiamo lavorato bene ma vogliamo migliorarci ancora”.

“Siamo estremamente soddisfatti di questa edizione, la nostra macchina organizzativa continua a mietere successi. Per 15 giorni la città è stata letteralmente invasa da migliaia di persone”. Inizia così il tradizionale bilancio della manifestazione che il Presidente dell'Ente, Domenico Metelli traccia alla fine dell'evento. “Le nostre Taverne sono state premiate da un grande afflusso di pubblico non solo per l'eccellente gastronomia proposta, ma anche per i prezzi contenuti. Cerchiamo di coinvolgere sempre più persone e proprio per questo abbiamo messo in campo un grande sforzo per trasmettere la Giostra su due emittenti locali del digitale terrestre, assicurando a tanta gente di assistere gratuitamente a questo grande spettacolo. Questo grazie all'impegno dell'Ufficio Marketing diretto da Manuela Marinangeli. Le serate di Quintana sono state piacevoli grazie anche all'attività di controllo delle forze dell'ordine che desidero ringraziare di cuore. Condivido le preoccupazioni di Sua Eccellenza Monsignor Gualtiero Sigismondi, Vescovo di Foligno, riguardo ai giovani, ma la Quintana, all'interno delle Taverne, ha fissato delle regole ben precise e si è attenuta scrupolosamente all'ordinanza del sindaco per quanto riguarda la somministrazione di alcolici.
Non è successo nulla grazie alla continua opera di controllo anche dei Consigli rionali, ma per quanto riguarda quello che accade nei bar e nei locali della città non possiamo fare nulla. Siamo comunque a disposizione del sindaco e del Vescovo per cercare di arginare questo problema che purtroppo non riguarda solo Foligno. Per quanto riguarda le novità proposte voglio tranquillizzare tutti ricordando che si tratta dell'anno zero per il nuovo Cerimoniale di venerdì sera. Si è trattato di una prova generale, come del resto avevamo anticipato, che ci ha fatto capire fin dove possiamo spingerci sfruttando le grandi potenzialità storiche e spettacolari di questo evento. Abbiamo già iniziato ad analizzare tutte le criticità ed un esame approfondito sarà presto oggetto di uno specifico Comitato Centrale. Il regista del cambiamento è Stefano Trabalza, l'Architetto della Festa e lo voglio ringraziare e abbracciare per il suo impegno totale. Il percorso del Corteo di settembre 2012 sarà cambiato anche se quello di giugno ha dovuto superare i disagi dei cantieri e l'Ente ha collaborato con il Comune per cercare di risolvere i problemi senza nessuna polemica. L'azione teatrale di Piazza della Repubblica deve essere goduta da tantissimi folignati anche se abbiamo dovuto fare i conti con le dimensioni della piazza. La soluzione c'è ed è quella di sfruttare l'ampiezza di piazza San Domenico, ma questo sarà possibile solo dopo la fine dei lavori di pavimentazione. Ci stiamo impegnando per ottenere un risultato di grande valenza storica e di tradizione che spiega anche la nostra richiesta di inserimento della Quintana nell'elenco dei beni immateriali dell'Unesco. Per la prima volta abbiamo portato in piazza i Popolani e troveremo per loro un nuovo spazio perché li vogliamo primi attori e non semplici spettatori. Abbiamo ricevuto complimenti e accettiamo anche le critiche quando sono costruttive per far crescere la grande Festa della città. Certo bisogna ricordare che si è trattato di una prima senza prova generale, non potevamo fare un corteo di prova prima dell'evento. Accettiamo tutti i consigli ed i suggerimenti, ma abbiamo bisogno anche dell'appoggio dei commercianti. Alcuni ristoratori, ad esempio, hanno organizzato cene davanti ai locali lungo il percorso del corteo. La cosa non ci ha entusiasmato, ma se è servita per per lavorare di più e meglio siamo contenti che il Corteo abbia avuto anche questa funzione. Chiediamo quindi collaborazione con l'umiltà di chi vuole fare bene le cose, ma ha dimostrato anche di esser in grado di farlo. Perdonateci se non siamo riusciti ad accontentare tutti. Ripeto siamo pronti ad accettare consigli perché la Quintana è di Foligno e dei folignati ed il Popolo della Quintana lavora per questo. Il successo è stato davvero grande basta pensare che Foligno, rispetto alle altre città, non ha una notte bianca perché l'Ente ne organizza 15 a giugno e 15 a settembre. Per ultimo voglio lasciare la Giostra. Dopo le spettacolari emozioni di sabato sera c'è poco da dire, voglio solo ringraziare il Magistrato Marco Cardinali ed i suoi collaboratori per l'incredibile lavoro svolto che ci ha consegnato una pista veloce e sempre più sicura che conferma come la Quintana sia la Giostra delle Giostre. Quest'anno abbiamo avuto l'onore di avere con noi grandi ospiti come la presidente della regione Umbria, Catiuscia Marini, il generale Rolando Mosca Moschini, il giornalista Dennis Redmont e padre Ibrahim Faltas con il suo messaggio di pace. Per settembre stiamo preparando un'accoglienza speciale al “nostro” Cardinale Giuseppe Betori che sarà a Foligno proprio per la Quintana. Infine lasciatemi ringraziare tutto il Popolo della Quintana e, uno per uno, tutti i miei Magistrati. Alcuni di loro non hanno partecipato al Cerimoniale perché impegnati a controllare ogni istante della Festa. E allora grazie a Fernando Fucinese, Alfredo Doni, Arnaldo Radi, Lucio Cacace, Guido Tofi, Stefano Trabalza, Marco Cardinali, Mauro Silvestri, il Maestro di Palazzo Alessandro Castellani e, alla fine, Rita Lorenzetti, grande amica e splendida e appassionata vice Presidente”.