Trevi, sarà a Collecchio la sede dello sportello "informagiovani"

Trevi, 06/05/2006

Sarà la sede dell’Associazione Sportiva Collecchio a ospitare lo sportello di Trevi dell’Informagiovani, il servizio gratuito pubblico e comunale gestito dalle Unità educative di Strada, da alcuni volontari, dagli obiettori di coscienza e dai ragazzi del servizio civile nazionale dei comuni dell’Ambito n. 8. La cerimonia di inaugurazione prevista per domenica 7 maggio alle ore 16.30 vedrà la presenza del sindaco di Trevi, Giuliano Nalli e dell’assessore alle politiche sociali, Stefano Nizzi. Una festa voluta e pensata per i giovani con l’angolo murales dedicato alla creatività, un internet point, musica live, video box e salsicce per tutti. L’Informagiovani risponde alla richiesta di "spazi" dove svolgere attività, ma soprattutto avere l'opportunità di incontrarsi, fermarsi, scambiarsi informazioni, proporre, organizzare iniziative che coinvolgono tutto il territorio, un luogo a cui appartenere e dentro al quale sentirsi protagonisti. Da oggi, tutti i martedì dalle 15 alle 18.30 lo sportello Informagiovani nella nuova sede di Collecchio a Santa Maria in Valle sarà a disposizione di tutti i ragazzi che potranno avere oltre alla possibilità di navigare gratis in internet, una informazione pluralista, completa e affidabile nei settori della scuola e formazione, del lavoro e professioni, della vita sociale, della cultura, dello sport e del tempo libero, delle vacanze, del turismo e dell' estero, con l'obiettivo di favorire l'inserimento dei giovani nella vita sociale, culturale e professionale. Il servizio collabora con istituti scolastici, l'università, i centri per l’ impiego, le organizzazioni sindacali, le associazioni culturali, sportive e di volontariato e tutti gli organismi vicini ai giovani con lo scopo di fornire loro gli strumenti più utili per scegliere e decidere del proprio futuro. L’Informagiovani vuole essere un utile strumento di supporto anche nelle politiche di prevenzione del disagio giovanile offrendo a chi si trova in particolari condizioni, aiuto e orientamento attraverso una forte sinergia tra Comune, scuola, asl e assistente sociale.