Collaborazione tra Maggioranza e Opposizione

Foligno, 15/10/2011

Come Partito Democratico di Foligno prendiamo atto della dimostrazione di disponibilità a collaborare dimostrato dalle opposizioni in questi mesi, ultima quella del Prof. Mantucci.
Riteniamo questo un fatto positivo, seppur partendo da giudizi opposti rispetto all’operato dell’Amministrazione Comunale. Infatti un periodo come quello che stiamo attraversando, di così grave crisi economica, con la perdita di così tanti posti di lavoro, impone a chi ricopre ruoli di responsabilità nelle istituzioni, nella politica, tra le forze sociali, nell’associazionismo un di più di responsabilità e consapevolezza dei propri ruoli. I tagli pesantissimi che questo governo ha stabilito sugli enti locali, determineranno scelte dolorose per i Comuni, mettendo a rischio anche l’erogazione dei servizi essenziali (sociale, asili, trasporto pubblico locale etc.), in un periodo, invece, in cui ci sarebbe la necessità di una presenza più forte del pubblico in aiuto di chi si trova in difficoltà, sia economiche perché senza lavoro o precario, e/o sociali. L’Amministrazione Comunale in questi anni ha fatto del tutto, compatibilmente per le proprie capacità di bilancio, per essere vicina ai folignati.
Auspichiamo che tutte le forze politiche, PDL compreso, capiscano il periodo di grave difficoltà che l’Italia sta attraversando, e che interessa di conseguenza anche la nostra città, il suo tessuto sociale che vive le straordinarie difficoltà della crisi globale e nazionale.
Solo a partire da questi presupposti riteniamo possibile una collaborazione con le opposizioni, nel rispetto dei rispettivi ruoli, per ciò che riguarda gli interessi di Foligno. Lo sviluppo del territorio, la difesa dei servizi socio sanitari di qualità finora costruiti, la questione della Cassa di Risparmio di Foligno, lo sviluppo ed integrazione delle politiche di area vasta sono solo alcune delle questioni su cui poter interloquire.
Pensiamo inoltre che priorità della nostra amministrazione sia la gestione dei servizi pubblici locali, in modo più efficiente, facendo scelte serie ed importanti, che le scadenze legislative dei prossimi mesi ci imporranno. Individuare soluzioni definitive per la chiusura del ciclo dei rifiuti, il miglioramento della raccolta differenziata, una migliore pulizia della nostra città, la gestione pubblica della risorsa acqua, rimangono per noi delle priorità.
Ed è per questo che non comprendiamo il dibattito che sta avvenendo solo sui media e sui social network, basato solo su chi farà il presidente della VUS. Non condividiamo questo metodo ed alcuni toni utilizzati, anche da partiti di maggioranza. Il PD di Foligno è stato sempre rispettoso di associazioni e persone, come Ganapini, di cui conosciamo tutto il valore tecnico-professionale e la sua alta esperienza.
Ricordiamo anzi, che l’attuale amministrazione, tramite il suo Sindaco, ha inteso è avvalersi della sua esperienza, per la redazione del Piano d’Ambito sui rifiuti dell’ATI 3, dopo che lo stesso Ganapini aveva già lavorato negli anni passati sul nostro territorio (impianto di Casone).
Non accettiamo perciò lezioni da altre forze politiche, anche se di maggioranza, che anzi richiamiamo ad una maggiore responsabilità. Si concentrino piuttosto sui problemi della città anziché utilizzare possibili candidature solo a fini strumentali. Sappiamo cosa vuol dire amministrare nell’interesse dei cittadini.

Il Capogruppo PD
Giovanni Patriarchi

La Segretaria PD
Patrizia Epifani