Foligno calcio: Presentato Lamberto Magrini

Foligno, 14/10/2011

Il Foligno calcio comunica di aver presentato Lamberto Magrini, nuovo tecnico della prima squadra. Ad accompagnare l’allenatore il direttore generale, Federico Cherubini, che ha introdotto la conferenza. Di seguito le dichiarazioni del dg e del mister.
Cherubini: “Prima di presentarvi il nuovo allenatore mi sembra doveroso esprimere il nostro rammarico per una scelta sofferta come quella che ci ha visto sollevare dall’incarico Giovanni Pagliari, persona da diversi anni legata ai nostri colori. Purtroppo il calcio ha delle regole dure e la mancanza di risultati ci ha costretto a provare a dare uno scossone per il quale il mister paga alcune responsabilità non certo imputabili soltanto alla sua persona.
La scelta è ricaduta su Magrini, allenatore umbro con grande voglia di emergere nonostante i circa quindici anni di carriera alle spalle fra serie D e Seconda Divisione. Il mister è all’esordio in Prima Divisione e riteniamo possa trasmettere alla squadra la sua ‘fame’ di risultati. Con Magrini resteranno nello staff tecnico Raponi e Scaia, sempre in qualità di allenatore dei portieri e preparatore atletico mentre per quanto riguarda l’allenatore in seconda abbiamo dato la possibilità al mister di scegliere e in questi giorni comunicheremo il nome”.
Magrini: “Sono entusiasta di questa opportunità che mi viene offerta e spero di poter subito trasmettere la voglia e la grinta che porto con me anche alla squadra. Ritengo che la squadra abbia le qualità per risollevarsi da questo momento critico, ci sono giocatori che già conosco anche per averli incontrati in passato e penso che, adesso, si debba lavorare soprattutto dal punto di vista mentale per far sì che il gruppo ritrovi fiducia nei suoi mezzi. Contemporaneamente lavoreremo sulla tattica anche se credo che, oggi, passi in secondo piano sia perché il mio predecessore è molto preparato sull’argomento, sia perché la scossa per il riscatto deve partire dalla testa dei calciatori. Ho visto giocare il Foligno in due occasioni quest’anno – ha proseguito – una volta in Coppa Italia e nell’ultima sfida di campionato contro il Lumezzane con il 4-3-1-2, modulo che per altro prediligo anch’io. Penso che si riparta da qui anche perché mi piace avere un giocatore che agisca alle spalle dei centrocampisti avversari per provare a creare superiorità numerica in fase offensiva. Sono pronto alla nuova avventura e spero si possa far bene già da domenica anche se le difficoltà a Sorrento non saranno poche per diversi motivi: defezioni da parte nostra; campo piccolo e manto sintetico e naturalmente la qualità dell’avversario”.