Nomina del nuovo presidente della VUS

Foligno, 11/10/2011

Il partito democratico è convinto che si debba giungere in tempi rapidi alla nomina del nuovo presidente della Vus Spa. Una figura capace di individuare il migliore modello di sviluppo dei servizi per il nostro territorio e di fronteggiare e risolvere alcune urgenti e complesse questioni: l' incremento della raccolta differenziata, l'esaurimento delle discariche, il completamento del ciclo dei rifiuti, il miglioramento delle reti di acqua e gas e la tutela delle falde acquifere. Su queste problematiche il pd di Foligno ha da tempo aperto la discussione sia al proprio interno sia coinvolgendo i responsabili politici del partito e gli amministratori pd degli altri comuni dell’area vasta. Ciò con la convinzione che la politica sia essenziale per realizzare un positivo confronto nelle nostre comunità, partendo dall’interpretazione dei bisogni dei cittadini e dalla individuazione degli strumenti più utili per il raggiungimento degli obiettivi individuati. L’impegno scaturisce anche dalla esigenza di tracciare il miglior profilo della nuova guida della società Vus da sottoporre all’attenzione dei sindaci dei 22 comuni dell’area vasta - che ben conoscono le esigenze del territorio - ed all’autonomia dei quali è demandata l’importante scelta. Il miglioramento dei servizi, il contenimento dei costi, il rispetto per l’ambiente, il raggiungimento di positivi risultati economici da redistribuire tra i soci pubblici, sono gli importanti obiettivi centrati dai presidenti che sino ad ora hanno guidato Vus S.p.a. Questa complessa eredità deve essere recepita da una professionalità che, riteniamo, oltre a porre la sostenibilità ambientale al centro delle valutazioni e delle scelte aziendali, debba avere spiccata sensibilità politica e le necessarie competenze per gestire una azienda che conta un organo di circa trecentocinquanta dipendenti.
Un richiamo, dunque, a tutti gli esponenti delle forze politiche che insieme al Pd amministrano i comuni dell’area vasta affinché vi sia una responsabile convergenza politica che conduca all’ individuazione delle caratteristiche essenziali del candidato in grado di amministrare l’unica azienda pubblica regionale di servizi industriali; non ci convincono neanche un po’ le scorciatoie e le fughe in avanti con l’indicazione di candidature che, seppur autorevoli, non sono frutto di un percorso di approfondimento e ampia condivisione né del necessario rispetto dei diversi ruoli politici.

Cordinatrice Pd
Patrizia Epifani

Vice Coordinatore Pd
Alessandro Broscia

Capogruppo Pd in Consiglio Comunale
Giovanni Patriarchi