Slow Food Valle Umbra incontra le cantine Ferrari

Bevagna, 08/10/2011

Un’esclusiva degustazione verticale di 5 annate di Giulio Ferrari riserva del fondatore è stata l’occasione per Slow food valle umbra di incontrare la prestigiosa cantina di Trento che aprirà i battenti anche a Bevagna nella cantina disegnata dal grande scultore Arnaldo pomodoro. Oltre 50 i partecipanti

Un iniziativa di grande successo che ha raccolto oltre 50 fortunati appassionati quella della condotta Slow Food valle Umbra che venerdì 7 ottobre a Bevagna nell’osteria di piazza Onofri ha organizzato -in collaborazione con le prestigiose cantine Ferrari- una degustazione verticale di cinque annate della produzione più pregiata della nota cantina di Trento: il Giulio Ferrari riserva del fondatore . A presentare le annate un ospite altrettanto illustre: Ruben Larentis, enologo della famiglia Lunelli titolare delle cantine Ferrari. I Lunelli proprio a Bevagna hanno creato una nuova cantina firmata dal grande scultore Arnaldo Pomodoro oggetto di attenzione anche da parte del mondo dell’arte e dell’architettura oltre che dell’enologia italiana e mondiale. Una giovane azienda –quella di Bevagna- che conta sul lavoro di due giovani enologi, uno dei quali trentino e che sebbene non sia stata ancora inaugurata è in produzione già da tre anni.
In Umbria la sfida delle cantine Ferrari –come ha spiegato Ruben Larentis- sarà quella di ‘domare’ il difficile vitigno autoctono del Sagrantino trattandolo con grande rispetto: nessuna scorciatoia con barriques ma lento e lungo affinamento in grandi botti. Un carattere spigoloso quello del Sagrantino –ha spiegato Larentis- che complica le cose se si considera il clima, sempre più caldo degli ultimi anni ma la convinzione è quella di poter raggiungere anche in questo caso, l’assoluta eccellenza.
Soddisfatto il presidente della condotta Giovanni Maira che spiega: “la grande adesione ad una serata come questa conferma il notevole entusiasmo nato attorno a Slow Food Valle Umbra, nata da meno di un anno e già la più grande e seguita condotta dell’Umbria. Un evento che suggella l’amicizia con le cantine Ferrari realtà di pregio della nostra regione e con le quali non mancheranno nuove occasioni ci collaborazione
Di pregio anche il menù proposto da giovane e virtuoso chef Nicola Santificetur ovvero una parmigiana di sedano seguita da tagliatelle al ragù bianco di piccione, coniglio in porchetta con patate e i suoi fegatelli e crumble di frutti di bosco e gelato alla vaniglia.