Dopo Sisma, inaugurazione Palazzo comunale fissata per venerdì 16 settembre

Foligno, 14/09/2011

Interverrà anche il generale Valotto.

A 14 anni dal sisma verrà inaugurato venerdì 16 settembre il Palazzo comunale di Foligno, recuperato dopo il terremoto del 1997.
“Si conclude così il percorso della ricostruzione – ha detto il sindaco di Foligno, Nando Mismetti – anche se mancano ancora circa 600 unità immobiliari: sono seconde case che non sono state finanziate. Il Palazzo comunale viene restituito completamente alla città dopo che una prima parte della struttura, compresa la sala consiliare, è stata recuperata da tempo mentre Palazzo Orfini-Podestà è stato riaperto lo scorso anno”.
Il recupero di questa parte della sede comunale – la presenza negli uffici comunali sarà effettiva successivamente - è costato circa 9 milioni di euro. Il Palazzo contiene una residenza gentilizia che fu della famiglia Onofri, la torre campanaria, resti di edifici medievali. Il fronte su piazza d’impostazione simmetrica è stato ridisegnato dall’architetto Antonio Mollari dopo il terremoto del 1832. Il lato settentrionale distrutto durante la guerra è stato interamente ricostruito nel dopoguerra.
Il danno più importante subito dall’edificio e particolarmente significativo per la città dopo l’ultimo terremoto ha riguardato il crollo del “torrino” (recuperato nel 2007).
In generale il progetto di recupero ha inteso ripristinare gli accessi ed i percorsi originali del Palazzo e restituire agli spazi la dignità e la qualità architettonica e stilistica con cui sono stati concepiti.
Nella sala conferenze di Palazzo Trinci, alle 17, nel corso di un incontro, presieduto da Sergio Gentili, presidente del Consiglio comunale, Mismetti rivolgerà il suo saluto. Interverrà anche il capo di stato maggiore dell’esercito, generale Giuseppe Valotto, cittadino onorario di Foligno.
Il direttore dei lavori, Anna Conti, responsabile del servizio beni culturali del Comune di Foligno, presenterà il restauro del Palazzo comunale. Per l’occasione verrà celebrato il 10° anniversario del gemellaggio tra le città di Foligno e di Gemona, con un saluto dei sindaci firmatari del gemellaggio, Maurizio Salari e Virgilio Disetti. Sono previsti gli interventi della presidente della giunta regionale, Catiuscia Marini e del prefetto Franco Gabrielli, capo del dipartimento della protezione civile. Alle 19 ci sarà il taglio del nastro, in piazza della Repubblica (con la Filarmonica di Belfiore), con la visita guidata al Palazzo comunale. Fino alle 23 sarà possibile visitare, oltre allo stesso Palazzo comunale, altri edifici comunali restaurati dopo il terremoto, come Palazzo Candiotti, l’ex chiesa dell’Annunziata, l’ex chiesa di Santa Caterina.