CUN TUTTE LE CREATURE - 5° Rassegna Ecologico-Ambientale sul sentiero francescano

Torchiagina, 13/09/2011

Torchiagina di Assisi 23-24-25 settembre e 1-2 ottobre 2011

La Rassegna ecologico-ambientale sul sentiero francescano quest’anno tratterà tre tematiche interessanti. Nei primi due giorni le riflessioni si svilupperanno attorno a due grandi interrogativi:
-“Esiste un pensiero umbro?” durante il pomeriggio di venerdì 23;
- “Cosa sta succedendo nell’area mediterranea?” nella giornata di sabato 24.
Il sabato mattina si rifletterà sulle trasformazioni politiche e sociali del Terzo Millennio nell’area del Mediterraneo, mentre nel pomeriggio, alla luce dello Spirito di San Francesco del Cantico delle Creature, si cercherà di dare un senso alla tumultuosa e rapida trasformazione subita dal nostro pianeta in questi ultimi decenni.
La storia non è mossa e diretta solo da capi di stato e da poteri occulti, ma da forze-pensiero che attraversano i secoli e condizionano popoli e governanti. Stiamo assistendo alla fine o alla morte di qualcosa? Siamo di fronte al crollo di una civiltà e di particolari poteri, per far posto a una rinascita? Forse il mondo sta vivendo il momento più drammatico ed interessante della sua evoluzione.
L’ultimo giorno, domenica 25 settembre, dopo le sconvolgenti considerazioni dei primi due giorni, sarà dedicato ai nostri problemi più immediati: come consumare senza distruggere, come usare le energie alternative fai da te, dato che i nostri governanti pensano ancora al nucleare. La finalità di questa Rassegna è anche quella di promuovere la formazione di un gruppo di studio e di ricerca, un centro di informazione e documentazione sulle problematiche fondamentali che interessano la nostra vita. Condividiamo l’idea di Vittorio Marchi sulla costruzione di “una rete organizzata di molti circoli informali, tra volontari che si incontrano regolarmente su tutto il territorio nazionale e oltre, per affinare, volta per volta, la capacità collettiva di riflettere sulle cose più importanti della vita e per creare l’esperienza comunitaria che tanti di noi sognano realisticamente”.
Chi vuole aderire al nostro circolo lo può fare liberamente.
Il primo incontro, inteso come una sezione di questa stessa rassegna, la quale intende estendere la sua attenzione a tutte le creature, anche quelle spirituali e aliene, settore molto fertile e promettente, si terrà con Piergiorgio Caria il 1° e 2 ottobre prossimi. Inoltre dedicheremo un momento di attenzione alla tragedia del Tibet e di solidarietà a un popolo e una cultura a rischio di estinzione.
Le civiltà e le culture muoiono per declino o per sopraffazione e distruzione. Lama Gendum, medico tibetano, sopravvissuto all’arresto e alle torture per aver partecipato a Lhasa a una marcia della pace a favore dell’indipendenza del Tibet, ci offrirà una testimonianza della sua cultura, di un genocidio in atto e quanto lo spirito francescano di “cun tutte le creature” sia ancora estraneo ai potenti della Terra.