Il Mounting Foligno si presenta. Obiettivo: promozione!!!

Foligno, 09/09/2011

Alla fine Valerio Canetti, ottimo anchorman della presentazione ufficiale del Mounting, non ha potuto fare a meno di chiedere al capitano Paris e al tecnico Boranga quali fossero gli obiettivi della rinnovata squadra folignate. Perchè va bene la voglia di rilancio della società del presidente Ortenzi, va bene l'entusiasmo dei nuovi convinti da un progetto serio ed ambizioso, va bene la volontà di voltare pagina dei "vecchi" scottati da due stagioni fallimentari, ma in concreto quasi nessuno aveva detto in maniera chiara cosa ci si aspettasse dopo un'estate che ha visto i gialloblu buoni protagonisti del mercato (e non solo). Mauro Paris, da buon (neo) capitano ha parlato genericamente di "vittoria", Boranga mostrando maggiore "equilibrio" ha espresso la convinzione che qualsiasi piazzamento al di sotto del quarto posto autorizzerebbe a definire la stagione del Mounting "fallimentare".
Proprio le parole del nuovo tecnico folignate, che ha anche ricordato il proprio legame con la città della Quintana essendo "cresciuto" tra il vecchio "catino" di Via Nazario Sauro e il "nuovo" Santo Pietro al seguito del leggendario papà, hanno chiuso la presentazione e lasciato spazio all'aperitivo impreziosito dalle golose stuzzicherie del ristorante Winner i cui rinnovati locali hanno fatto da cornice all'evento grazie alla squisita disponibilità del titolare Giorgio Fusaro.
In precedenza Valerio Canetti aveva dato spazio ai dirigenti del Mounting e al saluto dei graditi ospiti della serata: il Delegato Regionale del Calcio a 5 Stefano Mignini e il Presidente della Sezione Arbitri di Foligno Andrea Nesi. Il Presidente del CRU Dott. Luigi Repace, impossibilitato a partecipare, è intervenuto telefonicamente. Tra i presenti anche il selezionatore della Rappresentativa umbra di Calcio a 5, nonchè ex allenatore del Mounting, Stefano Massini.
Mignini nel corso del suo intervento ha evidenziato l'importanza di cominciare a pensare a dei veri e propri settori giovanili a partire dalla squadra juniores, anche in vista della già decisa "obbligatorietà" prevista per la prossima stagione agonistica, garantendo il pieno appoggio della Federazione alle singole società. Mentre Nesi ha parlato dei problemi del settore arbitrale, in particolare di quello del Calcio a 5, per una mancanza di "vocazione" delle nuove leve sempre meno disposte ad entrare nel mondo del calcio (o calcio a 5) dalla parte "sbagliata" perennemente oggetto di contestazioni e critiche. Successivamente ad uno ad uno sono sfilati davanti la telecamera tutti i giocatori ben pungolati da Canetti che ha mostrato grande competenza del calcio a 5 (e questo non può essere ovviamente una sorpresa) e delle vicende folignati in particolare. I "vecchi" che hanno parlato in termini lusinghieri dell'inserimento dei "nuovi" ed i nuovi che hanno voluto evidenziare il felice impatto con lo spogliatoio, testimoniano un'unità di intenti ed una compattezza che lascia ben sperare per il futuro. Così come importantissime sono state le parole dei più giovani che hanno mostrato entusiasmo di far parte del gruppo e voglia di imparare dai giocatori più esperti. Simpatico il "siparietto" con Simone Rosi che ha ricordato di essere stato corteggiato a lungo dal presidente Ortenzi e della difficoltà di lasciare dopo quattro anni un ambiente, quello di Nursia, dove si è sempre trovato benissimo. Come detto in precedenza, sono stati il capitano Mauro Paris che, propositi di vittoria a parte, ha ringraziato i compagni per la stima dimostratagli (è stato designato all'interno dello spogliatoio) e i due tecnici Luca Grilli (preziosissimo collaboratore) ed Eugenio Boranga gli ultimi a comparire di fronte al microfono del conduttore.
Ed è stato Boranga ad introdurre la prima giornata di campionato che vedrà i gialloblu, privi di Picchi e Pugnali, impegnati al "Pellini" contro il neopromosso Truffarelli: "La squadra di Pergalani sarà una delle protagoniste del campionato ed è stata ingiustamente snobbata dai pronostici degli addetti ai lavori. Un organico importante che ha vinto la C2 con largo anticipo e che è stato rinforzato con il giovane marocchino ex Santa Maria degli Angeli Adil Nasih e Alessio Servi". Insomma, subito un esame tosto. Occorrerà archiviare in fretta la piacevole serata e possibilmente cominciare sin da subito a scongiurare qualsiasi ipotesi "fallimentare".
In bocca al lupo, ragazzi...