Acqua pubblica, il Comune alla manifestazione nazionale a Roma

Foligno, 28/03/2011

Mismetti e Napolitano: “No alla privatizzazione delle risorse idriche”

Il Comune di Foligno ha aderito alla manifestazione nazionale, in difesa dell’acqua pubblica, svoltasi 26 marzo a Roma. All’iniziativa, promossa dai comitati contro la privatizzazione delle risorse idriche, per chiedere di votare sì al referendum sulla gestione dell’acqua, ha partecipato l’assessore Christian Napolitano. “Il Comune di Foligno considera l’acqua un bene comune, che va tutelato da ogni forma di privatizzazione: a Roma abbiamo ribadito questo concetto, coerentemente con le scelte fatte finora, a garanzia degli interessi dei cittadini. All’iniziativa erano presenti amministratori di centrosinistra e del centrodestra, uniti nel dire che l’acqua non ha colore e che deve essere garantita a tutti”, ha sottolineato Napolitano. Anche il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, interviene sull’argomento affermando che “il nostro Comune è da sempre contrario alla privatizzazione dell’acqua e da tempo, insieme all’Ati e ad altri enti locali, è impegnato a sostenere un percorso di tutela delle risorse idriche”. Per Mismetti “l’acqua è un bene prezioso e solo la gestione pubblica può dare le giuste garanzie in termini di accessibilità e qualità del servizio. Per questo è importante che i folignati partecipino al prossimo referendum, votando sì all’acqua pubblica”. A proposito del referendum sul nucleare il sindaco si dice “contrario alla proposta del governo di tornare all’energia nucleare” e afferma che voterà “sì al quesito referendario”.