Completati i lavori di rifacimento della pubblica illuminazione a San Sabino e Bastardo

Giano dell'Umbria, 25/03/2011

Riqualificati circa 90 punti luce nelle due importanti frazioni del Comune di Giano. Previsto un risparmio di energia di circa il 50 per cento.

Prosegue l'attività di adeguamento della rete di pubblica illuminazione nel territorio del Comune di Giano dell'Umbria finalizzata alla messa in sicurezza degli impianti e al risparmio energetico. Grazie a questo vero e proprio piano di riqualificazione energetica, che viene attuato in stralci funzionali, a causa delle limitate risorse economiche a disposizione, l'Amministrazione comunale si è posta l'obbiettivo di aumentare l'affidabilità funzionale, ridurre i consumi e l'inquinamento luminoso, ai sensi della legge regionale 20/2005 degli impianti di illuminazione al servizio dei centri urbani. Gli interventi appena completati, che seguono di pochi mesi il lavoro di ripristino effettuato a Colle del Gallo, hanno interessato l'intera frazione di San Sabino e l'area residenziale della Collina Vagnoli a Bastardo. Nel primo caso si è trattato di un intervento radicale di rifacimento dell'impianto, risalente a quasi 40 anni fa, e in grave stato di obsolescenza, che ha interessato circa 40 punti luce. Nel secondo caso invece, trattandosi di un impianto più recente, si è optato per una sostituzione delle lampade al sodio di vecchia generazione e relativi cablaggi con nuove lampade ad alta efficienza che consentono di risparmiare circa il 40 per cento di energia.
Tra le tecnologie innovative utilizzate nuovissime lampade a risparmio energetico e ad elevato flusso luminoso e l'istallazione di interruttori crepuscolari astronomici, che consentono una gestione in tempo reale delle accensioni e degli spegnimenti, utilizzando coordinate geografiche che individuano l'ora precisa dell'alba e del tramonto, con riduzione quindi dei consumi elettrici giornalieri. Questi interventi avranno anche il vantaggio di ridurre drasticamente, almeno nei primi anni, gli interventi di manutenzione periodica, grazie alla sostituzione di tutte le lampade e al rifacimento dei quadri elettrici e degli isolamenti.
L'Assessore ai Lavori Pubblici Sante Graziani ha sottolineato l'importanza degli investimenti in corso soprattutto nell'ottica del miglioramento della sicurezza e del risparmio energetico: “In considerazione degli interventi e delle innovazioni tecnologiche realizzate – spiega l'Assessore – questo stralcio funzionale, pur interessando soltanto 90 punti luce, ci consente di ottenere un risparmio energetico orario di circa 5,5 kwh, passando dagli 11,5 kwh consumati precedentemente agli attuali 6 kwh per ogni ora di funzionamento, con una riduzione dei consumi energetici di circa il 50 per cento senza ridurre i livelli di illuminamento e migliorando la sicurezza degli impianti.”