Presentata la campagna di comunicazione : Verita’ in comune

Umbria, 23/03/2011

«Verità in Comune» è la campagna di comunicazione che ANCI Umbria ha presentato nel corso di unaconferenza stampa questa mattina presso la Sala delle Autonomie nella sede dell’Associazione in Via Alessi, 1 a Perugia.
“Si tratta di una operazione verità,senza alcun spirito polemico, che ha l’intento di togliere qualche luogo comune sulle nostre amministrazioni” afferma il Presidente Wladimiro Boccali – “per cercare di restituire dignità ai Comuni. Siamo passati da una stagione nella quale i Sindaci erano considerati importanti punti di riferimento ad un periodo invece nel quale tutte le responsabilità ricadono su di loro”. “Il tema degli sprechi e quindi della conseguente razionalizzazione della spesa è sempre stato a noi caro e lo vogliamo lanciare con forza e determinazione”.

La campagna, realizzata dall’Associazione Umbra in collaborazione con ANCI Lombardia, prevede16 manifesti personalizzabili con i colori e di dati dei Comuni. I manifesti, avranno diversi contenuti: i minori trasferimenti dallo Stato ai Comuni, i servizi che i Comuni sono costretti a tagliare, i servizi che i Comuni riescono a garantire nel 2011 divisi per aree di intervento, i vincoli imposti dal patto di stabilità, i costi della politica.
I cittadini saranno così consapevoli delle attività e delle scelte e dei tagli che le Amministrazioni saranno costrette a fare, a seguito delle minori risorse rese disponibili da parte di Stato e Regione. Potranno meglio capire il fondamentale ruolo che i Comuni hanno, rappresentando infatti, l’interfaccia istituzionale più vicina alle Comunità che governano e saranno meglio informati in merito ai costi della politica locale e nazionale.
Il Segretario generale ANCI Umbria Silvio Ranieri, ha inoltre puntualizzato come “la campagna che stiamo promuovendo è frutto di un lavoro totalmente in economia e che i Comuni potranno utilizzare attraverso i loro canali, scaricando prima i manifesti dal sito istituzionale di ANCI Umbria e divulgandoli sui notiziari comunali, con l’affissione in città, o con passaggi sui tv locali”.