Rifiuti – Mozione Bastioli

Bevagna, 10/03/2011

Il sindaco di Bevagna, Enrico Bastioli, è anche consigliere provinciale per il partito dei “Socialisti Riformisti”. In questa ultima veste ha ultimamente presentato al presidente del consiglio provinciale di Perugia una mozione urgente avente come oggetto: “ iniziative della Provincia di Perugia in merito allo politica regionale sui rifiuti”. Il consiglio regionale dell’Umbria, lo scorso martedì 22 febbraio, ha approvato il Dap 2011 (il documento annuale di programmazione). A seguito di un ampio e articolato dibattito tra le forze della maggioranza che sostengono la giunta regionale il documento originale è stato integrato e modificato, soprattutto nella parte riguardante la politica regionale sui rifiuti. Nello specifico, per ciò che riguarda i rifiuti stessi, è prevista l’attuazione del piano regionale, l’implementazione della raccolta differenziata, l’attivazione del trattamento termico solo al raggiungimento della soglia del 50 per cento di riciclaggio, la differenziazione fra gestore della raccolta e gestore dell’impianto di termovalorizzazione, la crescita della filiera del riuso dei materiali provenienti dalla raccolta differenziata. In buona sostanza il Dap 2011 va a modificare il nucleo del piano di gestione che si pone come obiettivo il raggiungimento del 65 per cento della raccolta differenziata entro il 2012, sganciando la realizzazione di impianti per la chiusura del ciclo dalla percentuale di raccolta differenziata raggiunta. In tale contesto la stessa presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, ha precisato che “nel 2011 verranno chiuse 2 discariche umbre e si punterà su 3 discariche regionali che dovranno sostenere la fase intermedia che porterà alla realizzazione dell’impianto per la chiusura del ciclo”. In questo ambito viene demandata alle provincie la determinazione dei criteri per la individuazione delle aree non idonee alla localizzazione dei siti di recupero e smaltimento dei rifiuti. Per tale motivo il capogruppo dei “socialisti Riformisti” del consiglio provinciale di Perugia, Enrico Bastioli, ha chiesto al presidente della Provincia di Perugia di “aprire un confronto con la Regione Umbria, le provincie di Perugia e Terni, gli Ati 1, 2 e 3 e i Comuni umbri affinché vengano definite, in maniera univoca, le questioni più cogenti rispetto alle politiche regionali dei rifiuti”. Il consigliere Bastioli, tramite la sua mozione, ha inoltre chiesto alla Provincia di Perugia informazioni sul percorso di chiusura di Pietramelina, Colognola e Sant’Orsola e sull’ampliamento delle discariche di Le Crete, Belladanza e Borgo Giglione.