Grande successo per l'assemblea sul Federalismo organizzata dal Coordinamento e Gruppo Consiliare del Popolo della Libertà

Foligno, 04/03/2011

Oltre cento persone hanno partecipato all’assemblea sul Federalismo, organizzata ieri sera all’Hotel Poledrini di Foligno dal Coordinamento e Gruppo Consiliare del Popolo della Libertà.
Ospite d’eccezione l’On Osvaldo Napoli, Vicecapogruppo del Pdl alla Camera dei Deputati nonché Vicepresidente dell’Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) che il giorno dopo aver presentato le nuove normative - a nome del Governo e della maggioranza - nello studio di “Porta a Porta” ha scelto di essere presente a Foligno per avviare la campagna di comunicazione su un provvedimento destinato a cambiare l’assetto politico ed istituzionale dell’Italia. L’On. Napoli ha accolto l’invito del Capogruppo folignate Riccardo Meloni ed ha illustrato ad una platea attenta e partecipe i contenuti del Federalismo Municipale grazie ai quali – ha tenuto a sottolineare Napoli – “anche in Umbria ci sarà la possibilità di avviare quel cambiamento tanto sperato, i cittadini infatti si renderanno conto di chi li amministra in modo giusto e chi continua invece a sperperare risorse per alimentare sprechi e clientelismo”.
Napoli ha poi elogiato il lavoro del partito in Umbria, considerando che il Pdl governa ben 23 comuni su 92 e circa un quarto della popolazione regionale, invitando tutti alla massima mobilitazione per l’imminente tornata amministrativa di primavera.
Presenti al convegno, l’On. Luciano Rossi Coordinatore Regionale del Popolo della Libertà, Massimo Monni Coordinatore Provinciale, Massimo Maggiolini Coordinatore Comunale di Foligno, Riccardo Meloni Capogruppo consiliare di Foligno e Daniele Mantucci leader del centrodestra folignate.
I responsabili berlusconiani prendendo atto del grande successo della serata hanno assicurato che saranno sempre maggiori i momenti di incontro e di dibattito con iscritti, simpatizzanti e cittadinanza, rilevando come l’Umbria ed il territorio folignate stiano ricevendo dal Governo Berlusconi e da questa maggioranza un’attenzione mai ricevuta prima.