Il Vescovo Federico Federici

Foligno, 28/02/2006

- di don Sergio Andreoli -
Monsignor Federico Federici, nato il 21 dicembre 1844, fece il suo ingresso solenne a Foligno, il 21 ottobre 1888; “nella notte del 6 agosto 1892, cadde vittima di atroce assassinio”. (“L’efferato delitto […] fu perpetrato […], a scopo di furto, sul treno tra Assisi e Spello, mentre il Vescovo ritornava dalla cura delle Terme di Montecatini”) (Feliciano Marini, I Vescovi di Foligno. Cenni biografici, Tip. “Ars et Religio”, Vedelago [Rovigo], 1948, p. 65). Di seguito riporto l’elenco delle sue pubblicazioni a me note:
-Epistola Pastoralis (ad Clerum et Populum Dioeceis Fulginatensis), Anconae, Typ. Sub Titul. Boni Pastoris, MDCCCLXXXVIII, (Biblioteca “Lodovico Jacobilli” del Seminario Vescovile di Foligno [= B. J. F.] Q 1814/46).
-Prolusione letta da Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Federico Federici in occasione della distribuzione dei premi agli Alunni del Seminario di Foligno il dì 16 Novembre 1890, Foligno, Tip. degli Artigianelli di S. Carlo, 27-11-1890 (B. J. F., N 1616).
-La Sacra Famiglia, in Il Predicatore Cattolico, Periodico Mensile di Sacra Eloquenza, Anno VII, Direttore Sac. Prof. Sebastiano Lisi, (…) Serie III.- Panegirici e Conferenze, Giarre, Tipografia del Predicatore Cattolico, 1891, pp. 60-68 (B. J. F., G 302).
-Parole dette da S. E. Rev.ma Mons. Federico Federici Vescovo di Foligno nella solenne inaugurazione di una Croce dinanzi alla Chiesa di S. Marco nel Castello di S. Eraclio il 5 giugno 1892, Foligno, Tipografia degli Artigianelli di S. Carlo, 1892 (a p. 15, l’inno “Alla Croce” è firmato con la sigla: E. C. C.), (B. J. F., Q 1834/13).