Sicurezza stradale, interrogazione Trombettoni (Pd) su strada Flaminia

Foligno, 10/05/2010

In un’interrogazione al sindaco di Foligno, Lorella Trombettoni, consigliere comunale del Pd, chiede di conoscere la scadenza dei lavori per la messa in sicurezza del tratto della strada statale 3 tra il Panda e la località di Ponte Centesimo dopo l’ultimo incidente stradale avvenuto nei giorni scorsi in corrispondenza dell’incrocio della strada statale 3 con via Carlo Alberto dalla Chiesa, nella frazione di San Giovanni Profiamma.
Nel documento Trombettoni ricorda “l’ennesimo incidente stradale mortale che va ad aumentare il numero delle vite umane perse lungo questo tratto di viabilità che si estende dall’altezza del Panda fino a località Ponte Centesimo. In considerazione delle ridotte dimensioni della carreggiata di via Carlo Alberto dalla Chiesa che di conseguenza vietano il transito su tale via, i mezzi pesanti che sono diretti o provengono dal deposito Fornaci Briziarelli e altri mezzi pesanti che devono raggiungere luoghi diversi da San Giovanni Profiamma hanno la possibilità di accedervi dalla SS3 soltanto attraverso l’incrocio di via Antonio Allegri creando un forte rallentamento della circolazione in un tratto di strada a semicurva molto pericoloso e dove per giunta è sita la struttura che ospita la scuola d’infanzia”.
Nell’interrogazione si sottolinea che “è in fase di realizzazione la rilevante opera della Variante Nord che, non appena ultimata, convoglierà parte del flusso del traffico proveniente da Vescia, San Paolo e Sportella Marini e diretto verso Fano-Perugia, sulla SS3, aumentandone il numero delle immissioni e quindi il rischio di incidenti” e che “i proprietari della strada in questi anni hanno provveduto a collocare, sempre in questo tratto di strada, segnaletica verticale, orizzontale e apparecchiature e sistemi di segnalazione acustica e visiva, oltre a limitazione della velocità a settanta chilometri orari”.
La Trombettoni chiede al sindaco di sapere quali azioni intende intraprendere nei confronti del proprietario della strada affinchè si solleciti l’inizio dei lavori” anche alla luce delle “forti sollecitazioni degli abitanti della zona, molti dei quali hanno già avuto la perdita di uno o più familiari per tale motivo e anche in considerazione della presenza lungo tale tratto della Statale di un edificio che ospita la scuola d’infanzia e di uno che ospita la scuola elementare, siti proprio al di sotto del livello della sede stradale che sono fortemente a rischio coinvolgimento nella eventualità di incidenti automobilistici”