Bevagna: “Voler bene all’Italia“ – domenica 9 maggio

Bevagna, 08/05/2010

C’era una volta un Paese meraviglioso composto per lo più da piccoli borghi appoggiati su dolci colline , incastonati fra aspre montagne o adagiati nel bel mezzo di placide campagne . Da un po’di anni questo luccicante e prezioso scrigno di arte , storia , paesaggio e brava gente rischia di essere travolto dall’imperversare della “ modernità “ , dal rumore delle auto , dai cattivi odori degli scarichi , dall’inquinamento atmosferico e dall’incuria degli uomini . L’Italia , il più bel posto del mondo , soffre da tempo di febbre ambientale . Nelle grandi metropoli la vita è a dir poco stressante . Il traffico ha raggiunti livelli insopportabili . Le micidiali polveri sottili appesantiscono l’aria e fanno soffrire i polmoni di grandi e piccini . Di fronte ad una situazione del genere occorreva dare una scossa . Ci voleva qualcuno pronto a rimboccarsi le maniche per trovare una via d’uscita . Nel 2004 , con una felice intuizione , Legambiente nazionale e Enel dettero vita ad una iniziativa coraggiosa intitolata “ Voler bene all’Italia “ . Ripartire dai piccoli comuni per riscoprire le infinite ricchezze che si celano in periferia , nei luoghi ove il turismo cosiddetto di massa non arriva o arriva in modo indiretto . Questo era il progetto , divenuto successivamente slogan di marketing , che aveva ispirato sia Legambiente che Enel . In Umbria il successo è stato immediato . La regione è un insieme di piccoli luoghi “ nascosti “ e di cittadine in cui si vive bene .
Bevagna ne è la tangibile conferma . “ L’edizione 2010 del programma nazionale – ha riferito il sindaco durante un incontro con alcune associazioni locali – propone per la Città delle Gaite una articolazione tematica di sicuro interesse con una gara di pesca alla trota ( ore 7.30 lungo il Clitunno ) , una corsa di biciclette ( pista ciclabile ) e l’inaugurazione dei lavori di recupero a Ponte dell’Isola “. L’assessore Giacomo Bonini ha ricordato ai presenti “ l’importanza del ruolo svolto dal volontariato per il positivo esito di ogni iniziativa promossa anche a livello istituzionale “ . Per la buona riuscita dell’evento hanno offerto il loro contributo il gruppo E.C.B. , il Centro Sociale di Capro , il Centro Sociale Madonna delle Grazie , la Pro Loco di Cantalupo-Castelbuono , il Pesca Club Mevania e il Gruppo Ciclistico di Bevagna .