La 42^ Corsa all’Anello di Narni verso l’epilogo

Narni, 07/05/2010

Domani il corteo storico in costume medievale e domenica l’attesissimo palio al “campo de li giochi”.

Narni si appresta a vivere il gran finale della 42^ edizione della Corsa all’Anello con i due eventi più importanti ed attesi di tutti i venti giorni di festa: il “Corteo Storico” e la Corsa al “Campo de li Giochi” (lo stadio San Girolamo), in programma, rispettivamente, domani sera, sabato 8 maggio alle ore 21,00, e domenica pomeriggio, con inizio alle ore 16,00.
I terzieri di Mèzule, Fraporta e Santa Maria ci lavorano per tutto l’anno: nelle sartorie medievali per quel che riguarda il Corteo, nelle scuderie per ciò che concerne la Corsa.
Con l’obiettivo finale di vincere, sempre e comunque; perché la competizione (accesa ma sana) tra i rioni è diventata negli anni il “sale” della Festa e perché l’effetto “vincitori e vinti” i narnesi sono capaci di portarselo appresso per un anno intero.

LA CORSA ALL’ANELLO
Tradizione vuole che in testa alla graduatoria delle attese ci sia il Palio, la Corsa all’Anello, la gara tra i cavalieri dei terzieri, schierati ognuno con una formazione di tre e dunque nove in tutto. Il regolamento li fa sfidare, a turno, uno contro l’altro (nove tornate totali). Nel percorso di gara ci sono da infilare tre anelli e la tornata viene assegnata al cavaliere che ne centra di più e nel minor tempo, al netto di eventuali penalità. Ogni anello vale 15 punti e alla fine vince chi ne è ha messi in fila di più. Il tutto di fronte ad uno stadio tradizionalmente tutto esaurito (4.000 presenti): un mare di colori, tifo alle stelle, toni accesissimi. Uno spettacolo nello spettacolo che fà della Corsa all’Anello, tradizionalmente, un appuntamento da non perdere per nessun motivo.
Anche per questo 2010 le emozioni agonistiche non dovrebbero mancare: le squadre di Mèzule, Fraporta e di Santa Maria si presentano con molte novità e in più c’è anche l’incognita del terreno di gara, appesantito dalle piogge di questi ultimi giorni.
E’ vero che il maltempo, negli ultimi anni, si è affacciato spesso a Narni e che i cavalieri sanno come farci i conti: ma è altrettanto vero che, talvolta, basta una zolla fuori posto o un tratto troppo scivoloso per compromettere la prestazione di un singolo e quindi il risultato finale dell’intera squadra.
Nella prima prova ufficiale della Corsa di martedì scorso i responsabili delle scuderie hanno scelto le formazioni ufficiali che scenderanno in campo domenica.
Mèzule si affiderà all’esperto 36enne di Arezzo Luca Veneri che torna ad indossare alla casacca bianco-nera dopo due anni. A fianco a lui ci saranno un altro veterano, il 22enne Fabrizio Fani, e un giovanissimo esordiente, Alessandro Scoccione, di 17 anni.
Tutti debuttanti i cavalieri che difenderanno i colori rossoblu di Fraporta: in formazione ci saranno Antonio Spera (43 anni), Marco Elefante (22 anni) e Daniele Cosimati (35 anni).
Particolare curioso: sarà “semplicemente” riserva l’esperto Fabio Ortolani che lunedì scorso ha vinto la “Corsa all’Anello Storica”. Il suo cavallo si è leggermente infortunato nelle prove di martedì pomeriggio e dunque il forte cavaliere, a meno di sostituzioni dell’ultimo momento, dovrà rimanersene al palo.
Infine “Santa Maria”: anche qui due i debuttanti, il 23enne Jacopo Rossi e un altro 17enne, Fabio Picchioni. Completa il terzetto una garanzia assoluta del torneo, il 31enne Diego Cipiccia che tante soddisfazioni ha dato negli anni scorsi al terziere arancio-viola.
Sul piano delle statistiche c’è da segnalare che Mèzule ha vinto le edizioni degli ultimi quattro anni e che tutte le precedenti a partire dal 1999 (con la sola eccezione di Fraporta nel 2004 e ancora Mèzule nel 2001) erano state vinte da Santa Maria, che detiene per altro il record di affermazioni (17 in tutto dal lontano 1969).
Appuntamento per tutti domenica 9 maggio alle ore 16,00 allo Stadio San Girolamo.




IL CORTEO STORICO
Il giorno precedente la Corsa all’Anello, tutta Narni è in fermento per l’appuntamento con il grandioso “Corteo Storico” in costume medievale, che è uno dei più belli ed imponenti nel suo genere a livello nazionale.
La manifestazione ha tre grandissimi punti di forza: l’elevata partecipazione con quasi 700 figuranti in costume; la ricercatezza dei costumi, curati in ogni minimo particolare e realizzati sulla base di rigorose e fedeli ricerche storiche e lo straordinario effetto scenografico dato dalle migliaia di fiaccole poste lungo il percorso del centro storico.
Il Corteo riproduce fedelmente la processione in onore del Patrono San Giovenale così come descritta e codificata negli statuti comunali narnesi risalenti al 1371.
Aprono la sfilata le autorità pontificie e le magistrature comunali seguite dai notabili dei terzieri, dai cavalieri giostranti, dai nobili, dalle corporazioni delle arti, dai soldati, dai gruppi di musici e dai popolani.
Ogni anno vengono aggiunti nuovi costumi e nuovi figuranti: per domani si attendono inedite e sgargianti novità nel gruppo di Fraporta dove esordiranno tre autentiche “nobildonne”: Francesca dei Marchesi Eroli, per i Montoro, Sofia dei Marchesi Patrizi di Montoro e la Maddalena dei Conti Mancinelli Scotti di San Vito.
Sette nuovi costumi anche per il gruppo “Dame degli Anelli” di Mèzule.
Il cuscino con gli anelli vinti dal terziere nella storia moderna della Corsa sarà portato per Mèzule dalla bellissima Elena Longhi, veterana in questo ruolo.
Per Fraporta ci sarà probabilmente l’esordio di Elisa Tiratterra, mentre Santa Maria sarà ancora rappresentata dalla splendida Sara Cipiccia.
Il Corteo prenderà le mosse da Piazza dei Priori alle ore 21,00 e si snoderà lungo il tradizionale percorso del centro storico fino a circa le 24,00: un grande spettacolo al quale, si stima, assisteranno circa 10.000 spettatori.
Servizi di bus navetta funzioneranno ininterrottamente dal pomeriggio fino a notte per permettere al gran numero di visitatori di raggiungere più agevolmente il centro storico della città e defluirvi una volta conclusa la manifestazione.
Il Corteo Storico si replicherà il giorno successivo con inizio alle ore 14,00: i figuranti sfileranno da via Garibaldi fino allo Stadio San Girolamo, prima dell’inizio della Corsa all’Anello.

Nell’ultimo fine settimana della 42^edizione, oltre a Palio e Corteo, il programma della Corsa all’Anello proporrà numerosi altri appuntamenti tra cui il ritorno delle “Platee Merchatanti”, la versione del “Mercato Medievale” localizzata nelle piazze dei tre terzieri.
Aperte a pranzo e a cena le numerose “Hostarie” medievali di Mèzule, Fraporta e Santa Maria dove, anche in questo caso, è attesa la presenza di migliaia di persone.