Prima sessione di prove libere al “Campo de li Giochi” in vista della Giostra della Quintana di giugno

Foligno, 03/05/2010

Il piu’ veloce luca veneri con i nuovi colori dello Spada.

Una splendida serara primaverile ha fatto da degna cornice alla prima sessione di prove libere della Giostra della Quintana al “Campo de li Giochi” di via Nazario Sauro. Una condizione ideale per richiamare un pubblico davvero da grande occasione, come ha dimostrato il “tutto esaurito” sulle tribune laterali. “Segno che in città giorno dopo giorno sta crescendo la febbre di Quintana in vista della Sfida del 12 giugno” ha chiosato il presidente dell’Ente, Domenico Metelli. E le sorprese in pista non sono mancate, a conferma dell’ottimo stato di grazia dei cavalieri che insieme ai responsabili di scuderia stanno affinando gli abbinamenti. Il tempo più veloce della serata è stato appannaggio di Luca Veneri, per la prima volta con i colori dello Spada dopo la permuta con il Giotti, che a sua volta ha schierato Massimo Gubbini.
Il nuovo Audace delle Conce ha fatto fermare il cronometro sull’eccellente tempo di 55”59 in sella al purosangue inglese di cinque anni Paradaise Hours, mentre il neo Animoso si è mostrato comunque altrettanto competitivo con un 55”82 in sella al purosangue inglese di sette anni Baccani, cavallo di punta della contrada di piazza Faloci Pulignani. Ma in grande spolvero e grande evidenza anche il “solito” Luca Innocenzi del Cassero, pronto a dire la sua con 55”85 sulla purosangue inglese di sette anni Scintilla e con 55”92 sulla purosangue inglese di dodici anni Naval War.
Da segnalare anche la prova del debuttante Andrea Leonardi che, svincolato dal rione Giotti, ha effettuato una tornata per La Mora facendo registrare un tempo di 59”41 su Aimi.
Ed ecco il dettaglio dei tempi per ciascun rione secondo le rilevazioni di Franco Di Salvo:
Morlupo: Lucio Antici su Cadillac 57”97 e 57”13; su Miss Toboug 57”63 e 56”67.
Pugilli: Lorenzo Paci su Reve D’Ete due giri senza lancia; su Nigritta 57”79 e 56”19.
La Mora: Matteo Martelli su Gabi Daniel 58”65 e 57”63; su Catalifi 57”53.
Croce Bianca: Daniele Scarponi su Scala Minore 56”61; su Agresti 57”34 e 56”39.
Contrastanga: Gianluca Chicchini su Delphin Debrié 1’01”41 e 56”93; su Desert Staphi 1’05”83 e 1’01”84.
Badia: Michelangelo Fondi su No Risk No Glory 57”63 e 57”52; su Dencing Devil 58”16 e 57”80.
Cassero: Luca Innocenzi su Naval War 55”92; su Torta di Mele 1’01”68; su Scintilla 56”90 e 55”85.
Spada: Luca Veneri su Paradaise Hours 57”61 e 55”59; Golden Open 59”58 e 57”90.
Giotti: Massimo Gubbini su Baccani 56”31 e 55”82; su Macho Vernacolo 57”79 e 57”12.
Ammanniti: Emanuele Capriotti su Bu Ocean 1’01”63 e 1’00”41; su Calascian 1’02”88 e 58”93.