Scuola: sette milioni di euro per la messa in sicurezza degli edifici

Umbria, 30/04/2010

Circa sette milioni di euro per la messa in sicurezza degli edifici scolastici: è la somma ottenuta dall’Umbria nell’ambito della Conferenza Unificata che si è tenuta ieri a Roma sull’attuazione del Programma straordinario di interventi urgenti, anche non strutturali, sul patrimonio scolastico.
All’incontro del “tavolo politico”, propedeutico alla Unificata per concordare le priorità da inserire nel Piano nazionale, ha partecipato la vice presidente della Giunta regionale ed assessore all’edilizia scolastica Carla Casciari che ha chiesto alcune modifiche al primo elenco degli interventi, modifiche accolte dal governo.
Nella stesura definitiva, le opere finanziate in Umbria sono infatti passate dalle 36 iniziali alle attuali 37 e le risorse a disposizione sono state incrementate di 150 mila euro, per un importo complessivo di 6 milioni 998mila euro.
“Siamo soddisfatti – ha commentato Casciari – del risultato ottenuto che ci consente di vedere finanziata la quasi totalità degli interventi presentati dall’Umbria al Governo. Restano fuori dall’elenco dieci interventi di messa in sicurezza per i quali siamo in attesa dell’assegnazione delle restanti risorse. Il programma straordinario – ha infine spiegato la vice presidente – ha come obiettivo la rimozione immediata delle situazioni di rischio. A fronte delle prime necessità emerse dal lungo lavoro di monitoraggio effettuato in ciascuna regione, il Ministero delle infrastrutture ha stanziato 350 milioni di euro per un primo Piano straordinario di circa 1600 interventi non strutturali di più immediata attivabilità, per il quale verrà utilizzata parte dei fondi FAS assegnati dal CIPE per l’edilizia scolastica per circa 774 milioni di euro”.