Trasporti – L’Apm sbarca in Brasile

Umbria, 20/04/2010

Il sistema di trasporti umbro a modello in vista di Olimpiadi e Mondiali di Calcio

Il sistema dei trasporti umbro come modello per il Brasile, impegnato, tra il 2014 e 2016 in due eventi di risonanza mondiale: la Coppa del Mondo di Calcio e le Olimpiadi. Una delegazione brasiliana, composta da Izaias dos Anjos Souza di Consizaer e Marcello Alves de Souza della Fondazione “Ricardo Franco”, si è recata stamani in visita in Provincia di Perugia per prendere accordi ed avviare forme di collaborazione nel settore dei trasporti. Ad accoglierla, il Presidente dell’Ente Marco Vinicio Guasticchi, il presidente di Apm Giovanni Moriconi, il vice presidente di Apm Riccardo Petroni, il consigliere dell’azienda di trasporti perugina Piero Sunzini, il consigliere provinciale di Perugia Giampiero Rasimelli, da anni impegnato in progetti che riguardano il Brasile.
Il paese latino, da qui ai prossimi 5 anni, sarà impegnato in un enorme piano infrastrutturale del Governo, in vista delle Olimpiadi e Coppa del Mondo tra il 2014 e 2016. Il progetto in questione si chiama “Brasil Pròximo”, cofinanziato dal Ministero degli Esteri che coinvolge cinque regioni italiane:Toscana, Marche, Emilia Romagna, Liguria ed Umbria che è anche la capofila, ed ha come partner la presidenza della Repubblica brasiliana. “Nel tempo – ha spiegato Rasimelli – si è realizzata una serie di contatti tra istituzioni, imprese e realtà brasiliane e la nostra Apm. Quest’ultima, a sua volta, ha avuto contatti con il governo di Paranà e la città di Curitiba che vanta un sistema di trasporti e mobilità urbana ed extraurbana. I temi su cui le istituzioni dei due Paesi discutono riguardano la gestione della mobilità, appunto, la tecnologia del trasporto (su gomma, rotaia e fluviale), l’abbattimento dell’inquinamento e quindi la diversificazione delle fonti energetiche. Regione Umbria, Provincia e Comune di Perugia sostengono con forza questa fase che vede una prospettiva di sviluppo in questo particolare e difficile momento economico. “Dobbiamo guardare verso queste realtà – ha detto Guasticchi -, è necessario aprirsi verso economie che si stanno delineando forti e con prospettive. Siamo fortemente interessati – ha concluso – a sviluppare tali collaborazioni e spero che in tempi rapidi si vedano i frutti delle stesse”. “In Brasile ci sono più di mille aziende italiane che svolgono la loro attività – ha detto Izaias dos Anjos Souza -. In questo momento ci sono molteplici opportunità. Le città coinvolte negli eventi sportivi soffrono di problemi di mobilità e necessitano di una razionalizzazione del trasporto, inteso nei suoi vari aspetti”. “Sono due anni che Apm ha avviato una collaborazione con il Brasile – ha detto Sunzini – abbiamo altresì siglato un accordo con Paranà per collaborare”.