Convocato il Consiglio comunale per venerdì 16 aprile

Montefalco, 14/04/2010

È convocato alle ore 21 di venerdì 16 aprile in consiglio comunale di Montefalco. Diversi i punti all’ordine del giorno, tra cui spicca quello del rischio sismico, con la conseguente riflessione e verifica di quanto realizzato e da realizzare nel territorio comunale in termini di prevenzione. Tematica, prevista, inserita sulla base della ricezione della direttiva del ministero dell’Interno ai Comuni, a seguito del primo anniversario del sisma in Abruzzo.
“La ristrettezza della tempistica non ci ha consentito di organizzare il consiglio comunale aperto alla popolazione nella giornata del 6 aprile per la commemorazione nazionale delle vittime del sisma e mettere al centro della nostra riflessione anche le operazioni di ricostruzione. Le valutazioni su questo tema assumono una rilevanza non indifferente non solo alla luce degli eventi in Abruzzo, ma soprattutto in relazione al nostro stesso territorio”, afferma il sindaco, Donatella Tesei. “E’ pertanto giusto e necessario affrontare questo argomento, che abbiamo recepito per questa seduta del consiglio, affinché l’intera classe politica che si occupa dell’amministrazione dei Comuni faccia propria la sensibilità su questo tema in relazione alle funzioni e competenze delle municipalità, che costituiscono il primo livello dell’amministrazione pubblica”. Tra gli altri punti all’ordine del giorno c’è l’approvazione del protocollo d’intesa sulla sicurezza urbana tra la Prefettura di Perugia, la Provincia e l’Unione dei Comuni; la modifica del regolamento per la disciplina della videosorveglianza sul territorio comunale (con l’aggiunta di tre nuove telecamere, che da quattro passano a sette, una all’ingresso di Porta San Francesco e due nel parcheggio dell’ex campo sportivo); l’agevolazione prevista per la fornitura di gasolio e gpl per le zone non metanizzate e la discussione della mozione presentata dal gruppo “Centro sinistra per Montefalco” sulla centrale Enel di Bastardo.