Il capogruppo cons. DS Eusebi Paolo richiama alle proprie responsabilità l' opposzione

Foligno, 18/02/2006

E’ incredibilmente successo di nuovo. L’opposizione di centrodestra sfugge alle proprie responsabilità sulla SS77.
Dopo l’uscita dall’aula nell’occasione del parere sulle Aree Leader il centrodestra è uscito nuovamente dal Consiglio Comunale quando in discussione c’era il parere sul Piano di Area Vasta relativo alla SS77. Avevamo chiesto un voto unanime per dare più forza alle esigenze della Città, ma lo stesso centrodestra che in questi mesi si è battuto per la partecipazione dei cittadini e la trasparenza delle scelte amministrative, ha risposto che non vedeva la necessità di una delibera consiliare sulla SS77.
Il parere sul Piano di Area Vasta approvato giovedì serve tra le altre cose a: ribadire la portata strategica dell’opera; sostenere la concertazione dell’opera con gli Enti Locali e le Regioni; chiedere la certezza su responsabilità e impegni che i Comuni devono assumere; sollecitare sicurezza dei finanziamenti per il completamento dell’opera nel tratto che riguarda la Città di Foligno (il tratto Pale-Pontelatrave non è finanziato); chiedere conferma rispetto all’individuazione delle Aree Leader.
Anche in questo caso l’Amministrazione ha fatto un buon lavoro che tiene insieme le caratteristiche del territorio, l’ammodernamento della SS77 e la salvaguardia degli equilibri finanziari.
Vale la pena riaffermare come l’operazione legge Obiettivo-Quadrilatero SpA mostri le sue lacune, in quanto non viene offerta agli Enti Locali e alle Regioni una sede unica di concertazione dell’opera rispetto a tutti gli aspetti ambientali, sociali ed economici, sul solco di un’intera esperienza di Governo contrassegnata da creatività e improvvisazione. Forse gli aspetti di serietà sono irrilevanti per chi sostiene, come Luciano Rossi, che “di finanza creativa c’è bisogno perché le casse dello Stato sono vuote “.
La stessa opposizione che ieri ci ha chiesto di porgere le nostre scuse per il mancato invito di Storace all’inaugurazione dell’Ospedale, in questi anni non ha mai speso una parola su queste criticità. Dopo tutti questi mesi di assoluta mancanza di proposte, in base a quanto riferito da Marco Cesaro, ci arrivata è una probabile disponibilità del sottosegretario Baldassarri ad incontrare l’Amministrazione, ma per questo forse dobbiamo ringraziare il clima propizio creato dalla campagna elettorale.