“L’opposizione prende in giro i cittadini!”

Montefalco, 03/03/2010

“E’ inaccettabile constatare come l’opposizione tenti di prendere in giro i cittadini, arrivando ad affermare falsità di cui loro stessi sono i primi artefici: sarà anche per questo motivo che i montefalchesi hanno scelto di cambiare nelle scorse elezioni amministrative”. È questa la dura replica dell’assessore Pierluigi Curi alle critiche sollevate dal gruppo ‘Centro sinistra per Montefalco’ in merito alla mozione sul lavoro, discussa e respinta nell’ultimo consiglio comunale. “Ho curato personalmente la risposta alla mozione del Pd per conto della giunta comunale – spiega Curi – e tengo a fare una serie di precisazioni.
E’ falso che l’ Amministrazione non sia sensibile ai problemi di chi perde il posto di lavoro e che affronti il problema con superficialità. Come ribadito più volte nel corso del dibattito l’ Amministrazione ha ritenuto la proposta non idonea a dare un contributo concreto a chi si trova ad affrontare una situazione così difficile. Ciò è sembrato condiviso anche dal Consigliere Broccatelli, il quale ha affermato che la sua proposta aveva il solo scopo di dare un “segnale”. L’ amministrazione intende invece dare un aiuto concreto valutando attentamente i singoli casi, riservandosi di determinare lo stanziamento specifico in sede di stesura di bilancio, ormai prossima. E’ falso e ingannevole che l’ Amministrazione potesse “utilizzare l’ avanzo di bilancio per dare una risposta concreta” al problema. Un ex assessore ben sa o dovrebbe sapere che norme cogenti ed imperative impediscono di destinare l’ avanzo di bilancio dopo il 30 Novembre di ogni anno. Ebbene, la mozione del “Centro sinistra per Montefalco” è stata presentata il 2 Dicembre. Evidente che a quel punto non c’era più la possibilità di istituire il fondo di solidarietà. Fatto ben più grave è che la proposta di un fondo di solidarietà era emersa in un incontro del Tavolo degli Assessori di Ambito nel maggio 2009 al quale era presente l’ex assessore del Comune di Montefalco. La proposta che ora sembra essere particolarmente a cuore al consigliere Broccatelli non fu mai presa in considerazione dalla precedente amministrazione, la quale invece di provvedere alla costituzione del fondo di solidarietà ha preferito utilizzare le disponibilità di bilancio per rimborsare agli amministratori le spese legali sostenute per la propria difesa in giudizio. Di contro, tali spese avrebbero potuto attendere di essere finanziate con l’avanzo di bilancio. Peraltro l’ avanzo di bilancio siamo stati costretti comunque ad utilizzarlo in gran parte per ulteriori spese legali. L’opposizione del Pd, che conta in consiglio diversi ex amministratori, dovrebbe evitare i moralismi a fronte del bilancio che ci ha lasciato in eredità, basti al riguardo considerare che proprio nell’ultimo periodo del 2009 abbiamo dovuto prelevare ben 31.500 euro dall’avanzo di bilancio per pagare l’ennesima parcella legale. Quante famiglie potevano essere aiutate se avessimo avuto a disposizione quelle somme?”.