Sanità: la giunta regionale recepisce accordo su fondi aggiuntivi per dipendenti comparto

Umbria, 03/03/2010

La Giunta regionale dell’Umbria ha recepito l’accordo regionale sui fondi aggiuntivi del personale dipendente del comparto sanitario regionale. Con la ratifica del provvedimento, sottolineano dalla Direzione regionale Sanità e servizi sociali, vede così la sua conclusione il complesso e articolato confronto con le organizzazioni sindacali regionali del comparto sanità che ha portato, lo scorso 25 gennaio, alla sottoscrizione dell’intesa. La Regione Umbria che ha lavorato affinché si realizzassero economie di spesa, ottenute attraverso una sana e oculata gestione del bilancio regionale, a partire dalla sanità, al fine anche di reperire le risorse necessarie a onorare l’accordo, può in questo modo concretizzare quello che ritiene un “investimento” del fondo aggiuntivo del personale. L’impiego di queste risorse, ricordano dalla Direzione regionale, è destinato infatti a produrre un ulteriore miglioramento dell’accessibilità ai servizi e alle prestazioni sanitarie, dell’attività assistenziale e sociosanitaria, degli interventi per l’integrazione tra ospedale e territorio e di quelli finalizzati alla riduzione dei tempi di attesa.
Lunedì prossimo l’assessore regionale alla Sanità incontrerà le direzioni aziendali delle Usl al fine di fornire le indicazioni operative legate alla definizione e liquidazione delle somme ai dipendenti già con gli stipendi del mese di marzo.