Beata Angela: 4 gennaio, messa solenne dà il via alle celebrazioni per il VII centenario della morte della mistica

Foligno, 30/12/2008

Nella foto, dipinto restaurato “Beata Angela ha la visione di Gesù”.

Foligno festeggia la beata Angela nel VII centenario della morte della grande mistica (1248-1309). L’avvio ufficiale alle celebrazioni si avrà domenica 4 gennaio con una messa solenne (alle 18) in programma nella chiesa di San Francesco, presieduta dal vescovo, mons. Gualtiero Sigismondi, presenti il sindaco e la giunta municipale con il gonfalone della città. Alla funzione religiosa interverrà anche Encarnaciòn del Pozo, ministra generale ofs (ordine francescano secolare). In quella giornata le messe mattutine saranno celebrate da padre Vincenzo Bella, parroco di San Francesco (alle 8); da padre Domenico Alfonsi, direttore Cenacolo beata Angela (alle 10); da padre Bernardo Comodi, ministro provinciale dell’ordine dei frati minori conventuali (alle 11,30).
I fedeli potranno ammirare da vicino il recente restauro del dipinto di Gaetano Gandolfi (1791) “Beata Angela ha la visione di Gesù”, che si trova sopra l’altare dove è conservata l’urna con le spoglie della beata.
“Il 2009 è l’anno della beata Angela e l’amministrazione comunale, con il comitato comunale ed il Cenacolo, si è attivata - ha detto il sindaco di Foligno, Manlio Marini - per cercare l’inclusione della ricorrenza del VII centenario della morte della beata nel calendario degli eventi nazionali, tramite il ministero dei beni e delle attività culturali. Tutto questo, naturalmente, perché la grande mistica rappresenta, prima di tutto per Foligno, ma per l’intero Paese una personalità degna di essere rievocata ai massimi livelli”.
Il Comitato comunale di coordinamento “La città di Foligno e la beata Angela”, per celebrare il VII centenario della morte della grande mistica, ha previsto un articolato programma triennale di iniziative che si apriranno - come detto - il prossimo 4 gennaio e si concluderanno il 4 gennaio 2012.
L’Auditorium San Domenico ospiterà il 31 gennaio, alle 21, in prima assoluta, Angela da Foligno, oratorio drammatico in tre parti per voci recitanti, sestetto vocale femminile, coro femminile, coro gregoriano femminile, coro misto e orchestra di Carlo Pedini, testi a cura di padre Domenico Alfonsi. L’iniziativa, promossa dal Comitato e realizzata con il contributo del Comune di Foligno, aprirà la stagione concertistica dell’Associazione Amici della Musica di Foligno: è altresì prevista la realizzazione di un cd.
Nel programma triennale del Comitato sono inoltre previsti concerti, spettacoli, sacre rappresentazioni, pubblicazioni, itinerari turistici, percorsi storico-artistici, mostra multimediale, nonché il restauro e il miglioramento della segnaletica “Alla ricerca della beata Angela”. E’ inoltre in corso il censimento delle pubblicazioni esistenti nella biblioteca comunale di Foligno, con particolare riferimento al “Fondo angelano”, frutto dell’opera di mons. Michele Faloci Pulignani, nella biblioteca “Jacobilli” del Seminario vescovile di Foligno, nel Cenacolo Beata Angela, nonché nelle biblioteche italiane e straniere. Il censimento verrà pubblicato e inserito nel sito internet del Comune di Foligno realizzando così un centro di documentazione integrato che sarà continuamente aggiornato.
Il Comitato comunale ha ritenuto opportuno promuovere la costituzione del Comitato nazionale per le celebrazioni del VII centenario della morte della beata Angela: il sindaco del Comune di Foligno, Manlio Marini, e il presidente della Società Internazionale di Studi Francescani di Assisi, Grado Giovanni Merlo, hanno presentato la domanda di costituzione alla Consulta dei Comitati Nazionali e delle Edizioni Nazionali. In sintesi il programma prevede il censimento dei manoscritti del Liber a cura della Società Internazionale di Studi Francescani di Assisi; la pubblicazione del censimento sopraindicato; la pubblicazione della nuova edizione critica del Liber (Memoriale e Instructiones) a cura di Enrico Menestò e Francesco Verderosa; il congresso internazionale sulla figura e l’opera della beata Angela con la partecipazione di specialisti e studiosi che si sono occupati di Angela: il convegno si terrà a Foligno in collaborazione anche con il Cenacolo Beata Angela; la mostra di manoscritti dell’opera di Angela e di materiale iconografico, soprattutto di opere figurative che nell’ambito della produzione umbra del Duecento più rispondono al mondo ideale e all’esperienza mistica di Angela, da organizzare a Foligno; un ciclo di lezioni e conferenze sul Liber che percorra per la prima volta l’opera in tutti i suoi aspetti: il ciclo si terrà a Foligno, in collaborazione anche con il Cenacolo Beata Angela.