Il club di scherma Foligno ancora protagonista

Foligno, 16/12/2008

Nella foto, Alessandro Micheli

Il momento magico del Club Scherma Foligno sembra non doversi arrestare. Il suo Maestro, il narnese Carlo Carnevali è stato infatti riconfermato quale Commissario Tecnico unico delle Nazionali di Spada Maschile e Femminile per il quadriennio olimpico. Inoltre il prestigioso incarico di Presidente della Commissione Propaganda della Federazione Nazionale Scherma è stato affidato a Mario Micheli, storico Consigliere del circolo folignate.
Il Presidente Remo Salamandra anche lui rieletto dai Soci, ci confida " Il Club Scherma Foligno è una piccola realtà sportiva da portare ad esempio per la dedizione dei dirigenti e la competenza dei tecnici oltre che per l'impegno ed il valore dei propri atleti, sia grandi che piccoli, come anche le ultime gare hanno dimostrato".
Ha infatti avuto luogo a Ravenna, presso il Pala De Andrè, la Prima Prova Assoluta, cioè la prima gara dopo le Olimpiadi di Pechino per tutti i grandi Campioni italiani. Per il Club Scherma Foligno vi si erano qualificati ben sei atleti che avevano superato la Prova di qualificazione regionale. La gara più affollata era quella di Spada maschile svoltasi domenica 16. I ragazzi, tutti allievi del Maestro Carlo Carnevali, sono scesi in pedana contro i grandi Campioni della scherma: erano infatti presenti la medaglia d'oro olimpica Matteo Tagliariol (poi giunto 21°) , Diego Confalonieri numero uno del ranking internazionale, Alfredo Rota, Stefano Carozzo, Enrico Garozzo campione del mondo under 20, Riccardo Schiavina Campione europeo, e tanti altri. Una gara durissima dove hanno potuto dimostrare tutto il loro valore. In particolar modo eccellente è stata la prestazione del ventenne Alessandro Micheli che ha sbaragliato avversari sulla carta più forti di lui come il vercellese Bertinetti dell'arma dei Carabinieri. E' stato poi sconfitto dal vincitore della gara Alfredo Rota giungendo 28°. Anche Lorenzo Locci, giunto 47°, è stato autore di un'ottima prestazione, e riesce così insieme a Micheli ad agguantare la qualificazione per la Secona Prova Assoluta che si svolgerà in primavera a Bari e che stabilirà i magnifici 36 che parteciperanno al Campionato italiano assoluto. Più indietro sono invece rimasti Andrea Santarelli, Lorenzo Mancini e Lorenzo Di Matteo. Sabato 14 dicembre nel secondo giorno di gare invece, si era svolta la gara di Spada femminile dove come al solito, Agnese Monarca non si è smentita: giungendo 33a anche lei riesce ad approdare direttamente alla Seconda Prova saltando la prossima prova di qualificazione regionale.