Derby Foligno-Perugia: Assessore Rometti: “tifoserie e squadre sapranno dimostrare civiltà dell’Umbria”

Foligno, 06/12/2008

“Un’occasione di gioco e festa, per tutti, in cui squadre e tifoserie sapranno dare esempio concreto della civiltà sportiva dell’Umbria, in coerenza con il messaggio lanciato nei mesi scorsi”. È l’augurio che l’assessore regionale allo Sport, Silvano Rometti, formula alla vigilia del derby Foligno-Perugia. “Ancora una volta dalla regione – dice Rometti – come è avvenuto nelle precedenti partite tra le squadre delle tre città umbre (Perugia, Foligno e Terni) che quest’anno per la prima volta si trovano a disputare insieme il campionato della Prima divisione della Lega Pro, siamo certi che potrà essere lanciato il messaggio di un calcio fondato sulla sicurezza degli stadi e sull’affermazione dei più autentici e sani valori del tifo e dello sport”.
“È con questa finalità – ricorda l’assessore – che la Regione Umbria ha promosso, in collaborazione con il Comitato regionale umbro della Federcalcio, i Comuni di Perugia, Terni e Foligno e le tre società di calcio, una campagna di sensibilizzazione sotto lo slogan ‘Emozionateci, non spaventateci’, per dire ‘no’ a ogni possibile forma di violenza nei campi di gioco e ‘sì’, invece, alla sana rivalità sportiva. Un’azione congiunta che ha dimostrato la sua valenza in queste settimane, grazie alle squadre e ai loro sostenitori. Dagli stadi umbri – dice ancora Rometti - se mai ve ne fosse stato bisogno, è venuta la conferma di quanto la Regione ha sostenuto in occasione del derby tra Ternana e Perugia, quando abbiamo dimostrato che la scelta di vietare lo stadio alla tifoseria ospite era assolutamente forzata e immotivata. Dai nostri stadi sono estranei quei fenomeni degenerativi che si sono verificati in altre realtà”.
“Nel derby di domani – conclude l’assessore Rometti - ci aspettiamo perciò di dare un’ulteriore prova dei valori veri e autentici, della civiltà sportiva alla base del calcio e del tifo dell’Umbria”.