Ritardo dei treni occupati dai pendolari

Roma, 05/12/2008

Mancano pochi giorni all’inaugurazione della AV tra Milano e Roma e già si respira una aria di eccitazione nelle stazioni. L’AV il vanto di una nazione.
Purtroppo le conseguenze di quest’eccitazione le stanno pagando i soliti pendolari/viaggiatori dei treni regionali o dei finti ES (vedi Umbria).
Questa sera il regionale Gentile da Fabriano (R12134) e l’ES 9336 Roma – Perugia quasi per fare dispetto alla TAV, si sono messi a gareggiare su chi avrebbe accumulato maggiore ritardo in partenza da Roma Termini.
A Roma Tiburtina il ritardo stimato era di 30 min per il Gentile e di 35 min per L’ES (naturalmente non annunciati), ma la cosa più sconcertante è stata che il treno “Marchigiano” partito prima dell’ES non sarebbe mai passato per la stazione di Tiburtina ma avrebbe percorso una altra tratta via Casilina (comunicazione annunciata a bordo del treno ma non alla stazione di Tiburtina). Dopo 10 minuti il treno si è fermato, ci ha ripensato come succede ai cornuti ed è ritornato alla stazione di Roma Termini (Aveva ragione Sergio Fortini quando battezzò il treno marchigiano come CORNUTO da FABRIANO).
Poi, il treno delle Marche è ripartito questa volta prendendo la retta via (accumulando solo 40 min di ritardo), conscio ormai che avrebbe perso la sfida con L’ES di cui si sono perse le tracce.
Sarà l’emozione dell’arrivo del 14 Dicembre (il TAV Day), ma noi non vediamo l’ora di ritornare a casa dopo una settimana di passione e dopo aver visto anche i fuochi d’artificio sull’ES (corto-circuito ES 9336 4 Dicembre 08)…che sia stata una prova per i prossimi giochi pirotecnici previsti per il TAV Day?