Bevagna: Impianti fotovoltaici

Bevagna, 04/12/2008

Nel consiglio comunale di giovedì 27 novembre si è discusso di “ Alienazione del diritto di superficie di aree di proprietà comunale per la realizzazione di impianti fotovoltaici “ . Il presidente del consiglio comunale , una volta constatata la legalità dell’adunanza , ha dichiarato aperta la discussione su di un argomento che interessa da vicino singoli cittadini , nuclei familiari e attività produttive . In questo periodo si parla tanto di energie rinnovabili . Il petrolio è una risorsa in via di estinzione e molto inquinante . Il futuro energetico dell’umanità poggia su due grandi pilastri : il fotovoltaico e l’eolico . Il primo già sperimentato con successo da diversi anni , il secondo invece stenta a prendere consistenza per via dell’impatto ambientale . Il fotovoltaico è stato dunque l’oggetto della discussione in seno all’ultimo consiglio comunale di Bevagna . Il 14 di novembre la giunta ha dato l’incarico all’Ufficio del Patrimonio immobiliare di bandire una procedura aperta per individuare un soggetto che abbia la possibilità di acquisire diritti su alcuni immobili e su un terreno di proprietà pubblica . Infatti , l’amministrazione comunale , per mezzo della commissione per la qualità architettonica ed il paesaggio , ha manifestato parere favorevole per la realizzazione di una rete di impianti fotovoltaici per produrre energia elettrica seguendo le direttive del decreto Bersani “ Conto Energia “ . Il corrispettivo da porre a base d’asta per tale utilizzo ammonta a euro 55.000 annuali per la durata di 25 anni .
“ Il nostro obiettivo – afferma il sindaco di Bevagna , Enrico Bastioli - è quello di produrre energia rispettando l’ambiente che ci circonda “ . Dello stesso avviso è l’assessore allo Sviluppo Economico Maurizio Massei che vede nel fotovoltaico “ una occasione formidabile e strategica che serve a creare le basi per un futuro migliore per i cittadini di Bevagna e del suo territorio ed è il primo passo per una accorta capitalizzazione del patrimonio pubblico “ .