La Giostra della Quintana testimonial a Roma alla presentazione del calendario 2009 dell’arma dei carabinieri

Foligno, 03/12/2008

Il calendario artistico dell’Arma dei carabinieri, pubblicato sin dal 1928, è un oggetto particolarmente ambito e prezioso, sia perché ogni anno sviluppa un tema attinente alla storia o all’attività della Benemerita, sia perché è particolarmente ricercato dai collezionisti. Un oggetto insomma importante, anche per la tradizione che c’è dietro e per i valori che esprime.
E’ dunque con grande soddisfazione ed orgoglio che la Giostra della Quintana di Foligno sarà venerdì 5 dicembre uno dei testimonial del Calendario 2009 dell’Arma dei carabinieri la cui presentazione ufficiale avverrà a Roma alla presenza dei vertici dell’Arma stessa.
La partecipazione della Quintana si concretizzerà attraverso la partecipazione di una splendida dama in abiti barocchi al debutto dell’edizione del calendario artistico del prossimo anno. Un obiettivo reso possibile dalla disponibilità ovviamente dell’Arma, dell’amministratore dell’Agenzia di promozione turistica dell’Umbria, Stefano Cimicchi ed anche della compagnia dei carabinieri di Foligno, diretta dal capitano Andrea Mattei. “Un’opportunità importantissima per tanti motivi – spiega il presidente dell’Ente Giostra della Quintana, Domenico Metelli – prima di tutto per l’antica amicizia che lega la Quintana all’Arma dei carabinieri, con cui ha in comune la tradizione equestre; e poi la possibilità di contribuire a rendere ancor più interessante la cerimonia di presentazione, che per noi si traduce anche in una vetrina a livello nazionale”. La dama che rappresenterà la Quintana sarà Manuela Marinangeli, che indosserà l’abito messo a disposizione dal priore Marco Bosano del rione Morlupo. A Roma la delegazione sarà completata da Paola Soli, segretaria della Commissione Artistica, e da Stefania Menghini, apprezzata realizzatrice di abiti barocchi nonché componente della stessa Commissione. “Lanciare in questo modo il 2009 – chiosa il presidente Domenico Metelli – sarà per noi di buon auspicio. Un anno all’insegna della fedeltà alla tradizione, ai valori, alla storia che ci contraddistingue. Insomma anche la Quintana nei secoli fedele, prendendo a prestito il famosissimo motto dell’Arma dei carabinieri”.