ORAZIO FALCHI

 

Nato a Giano dell'Umbria il 14 luglio 1941, fin dalle scuole elementari palesa la capacità nello scrivere ed apprezza temi poetici, (Leopardi).

Frequenta l’Istituto Tecnico Industriale diplomandosi.

La necessità di lavorare lo distoglie per anni dalla poesia. Riaccende il discorso poetico nel 1990 e recupera gli anni silenti. Il suo discorso poetico inizia con il Dialetto, ma in seguito si esprime anche in Lingua.

Partecipa a molti concorsi e rassegne poetiche nazionali ed internazionali, riscuotendo lusinghieri successi vincendone alcuni: Pro Spoleto Arte 1993-1994, Città di Marsciano 1994, premio Pitulum a Preggio di Umbertide 1994, Premio "Si Quaeris Miracula" a Padova 1996, Premio il Corimbo a Perugia 2001; varie partecipazioni e riconoscimenti al Premio S.Valentino, oltre a segnalazioni di merito al concorso per la poesia d'amore "Marianna Florenzi" organizzato dall'Università per stranieri di Perugia.

E' inoltre autore di una commedia dialettale "La Scampanata" e di un atto unico in lingua dal titolo "Lo Specchio".Risiede a Foligno dove è sposato e padre di tre figli.

Non ha ancora pubblicato nulla ma non esclude un giorno di farlo.

Ha partecipato a tutte le rassegne di poesie organizzate dalla FNP- Cisl di Foligno.

 

L' AQUILONE

 

PIOVE